QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

CHE COS’E’ IL DEBATE

 Il “debate” è una metodologia per acquisire competenze trasversali (“life skills”), che favorisce il “cooperative learning” e la “peer education” non solo tra studenti, ma anche tra docenti e tra docenti e studenti. 

 Il debate è una metodologia didattica con struttura e regole precise. Per prima cosa, all'interno di ciascuna squadra devono essere previsti dei ruoli: capitano, oratori e ricercatori. Il capitano ha il compito di introdurre la tesi e di avviare la discussione, incanalandola subito sui binari giusti. La discussione passa poi in mano agli oratori, che sviluppano tutte le argomentazioni a sostegno della loro posizione. Dietro alle loro arringhe, però, c'è il duro e puntuale lavoro dei ricercatori, che raccolgono le informazioni rilevanti per il dibattito e le trasmettono al resto del gruppo. Molto importante anche il ruolo del cronometrista, un arbitro super partes che deve far rispettare i temi degli interventi: massimo 3 minuti per ciascun oratore. Infine, ai membri della giuria spetta il compito di decretare la squadra vincitrice, motivando la loro scelta. La vittoria, infatti, non deve andare alla tesi più convincente ma al gruppo che ha dimostrato di conoscere e saper utilizzare meglio le "armi" del debate.

LA NOSTRA SCUOLA UTILIZZA IL DEBATE NELLA DIDATTICA CURRICULARE ED HA ANCHE UN'AULA SPECIFICA ALL’INTERNO DELLA BIBLIOTECA SCOLASTICA, A DISPOSIZIONE PER GLI ORATORI

Valutare gli studenti ai tempi della Didattica a Distanza?

Un valido metodo attivo è il Debate: per valutare (all'orale e per scritto) il grado di appropriazione degli argomenti e prepararsi per il colloquio dell'Esame di maturità

 

Mettere alla prova gli studenti con il Debate permette di valutare il grado reale di appropriazione degli argomenti, perché per difendere una tesi, naturalmente, le conoscenze mnemoniche non bastano. Inoltre, si può lavorare a piccoli gruppi.

L'interrogazione, in questo modo, si fa più coinvolgente: anche chi non sta parlando deve fare attenzione, perché poi dovrà controbattere.

il Debate può anche diventare un compito scritto da elaborare singolarmente a casa, mettendo a frutto il lavoro sul testo argomentativo fatto a scuola.

 Il Debate viene applicato anche nel curricolo di Educazione Civica

 I topic individuati vertono sui seguenti argomenti:

  • Costituzione, istituzioni dello Stato italiano
  • Unione europea e Organismi internazionali
  • Agenda   2030   per   lo   sviluppo   sostenibile, adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 25 settembre 2015: in particolare saranno analizzati i 17 obiettivi ONU collegandoli con gli articoli della Costituzione italiana. 
  • Educazione alla cittadinanza digitale
  • Elementi fondamentali di diritto, con particolare riguardo al diritto del lavoro
  • Educazione ambientale, sviluppo eco-sostenibile e tutela del patrimonio ambientale
  • Educazione alla legalità 
  • Educazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni.
  • L’educazione alla cittadinanzadigitale (art. 5 della legge 92/2019), soprattutto in riferimento alle seguenti voci:
    • “Analizzare, confrontare   e   valutare   criticamente   la credibilità e delle fonti di dati,  informazioni  e contenuti digitali
    • “Informarsi e partecipare al dibattito  pubblico  attraverso l’utilizzo  di  servizi  digitali  pubblici  e   privati;   ricercare opportunità di crescita personale e  di  cittadinanza  partecipativa attraverso adeguate tecnologie digitali; 
    • “Conoscere le norme comportamentali da  osservare  nell’ambito dell’utilizzo  delle  tecnologie  digitali  e   dell’interazione   in ambienti digitali, adattare le strategie di comunicazione al pubblico specifico  ed  essere  consapevoli  della  diversità culturale   e generazionale negli ambienti digitali
    • “Essere consapevoli  di  come  le  tecnologie digitali possono influire sul benessere psicofisico e sull’inclusione sociale, con particolare attenzione ai comportamenti riconducibili al bullismo e al cyberbullismo“.

                             ANNO 2020/2021


Nei mesi di ottobre e novembre, si sono tenute gare di debate in alcune classsi dell’Istituto. La fase d’Istituto del torneo di dibattito “VOLTADEBATE” inizierà nel mese di dicembre e si confronteranno classi del liceo con classi del CAT.

Gli alunni del VOLTA saranno di nuovo i protagonisti di un viaggio nel quale impareranno giorno dopo giorno, confrontandosi con compagni e studenti di altre classi sui temi globali legati agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite: diritti umani, tutela ambientale, sostenibilità, sviluppo, ecc.

 Non importa la posizione presa: vince chi sa argomentare meglio la propria tesi, esporre coerentemente le proprie idee e ribattere a quelle della squadra avversaria.



Si sono già svolte le seguenti gare:

topic: i libri digitali sono migliori di quelli cartacei(classe 5dl)

Topic:Didattica a distanza pro e contro(classi 1dl e 3dl)

Topic:Street art: arte o vandalismo? (classi 3dl e 5dl)

Topic:  Maggiori obblighi per i paesi sviluppati nel combattere il cambiamento climatico(classe 1dl)

 

La fase di Istituto avrà inizio nel mese di dicembre con un debate tra 5dl e 5cg con il  seguente Topic:Esiste una guerra giusta?

                        In bocca al lupo a tutte le squadre

In primo piano

URP

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE "ALESSANDRO VOLTA"
VIA ABBIATEGRASSO 58, 27100 PAVIA ( PV )
Tel: 0382526352
PEO: PVIS006008@istruzione.it
PEC: PVIS006008@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. PVIS006008
Cod. Fisc. 80008220180
Fatt. Elett. UFC1IF